Uncategorized

Disturbi Dell’erezione

Talvolta i medici irrorano le vene del pene con soluzione salina per aiutare la rimozione del sangue ipossigenato o dei coaguli di sangue. Le seguenti informazioni possono aiutare a decidere se sia il caso di consultare un medico, e cosa aspettarsi nel corso della valutazione. Se la motivazione della disfunzione erettile risiede in cause organiche, sarà l’urologo o andrologo a valutare l’opportunità di rimedi farmacologici, ormonali o chirurgici. In molti casi risulta efficace l’impiego di farmaci attivi per via orale da assumere prima del rapporto sessuale, a patto che il desiderio sessuale che innesca l’erezione sia conservato. Fisiologicamente, durante l’atto sessuale , i corpi cavernosi del pene tendono a riempirsi di sangue andando a creare un rigonfiamento ed un inturgidimento dell’organo. In caso di disfunzione erettile, invece, perdono il corretto afflusso di sangue o, addirittura, vanno incontro ad un più rapido svuotamento, andando a ridurre drasticamente i tempi del rapporto sessuale.

Cosa fare quando non si riesce ad avere un’erezione?

Prendere contatto con un Andrologo è il primo passo utile per combattere la disfunzione erettile. L’Andrologo infatti è lo specialista più indicato per trattare questo problema. La diagnosi che farà lo specialista è molto importante perché, come abbiamo visto prima, le cause dell’impotenza maschile sono molteplici.

Ed è incredibilmente inutile farsi tutto questo male, quando il problema può essere risolto. Sarebbe corretto affiancare sempre un percorso psicoterapeutico, per avere un quadro completo della situazione, ma su quanto spesso si tenda a fuggire dagli psicoterapeuti bisognerebbe aprire un altro capitolo». A livello locale, le patologie vascolari responsabili di disfunzione erettile possono essere di natura sia arteriosa che venosa. Nel primo caso il deficit erettile è determinato da un ridotto afflusso di sangue al pene, mentre le patologie venose impediscono che il sangue rimanga intrappolato all’interno del tessuto cavernoso del pene. Ad esempio l’impotenza interessa uomini colpiti da diabete, ipertensione, elevata assunzione di medicinali. Il medico solitamente raccoglie tutte le informazioni che aiutano a capire meglio la causa del problema, successivamente passa ad un esame fisico valutando la salute generale, lo stato dei testicoli, del pene e della prostata.

Partner Colpevolizzanti

In rare occasioni, i medici potrebbero consigliare l’utilizzo di un monitor domestico in grado di rilevare e registrare le erezioni durante il sonno. Ad esempio, un soggetto affetto da una leggera diminuzione della funzione erettile, dovuta al diabete o alla malattia vascolare periferica, può sviluppare una forma grave di DE, subito dopo l’assunzione iniziale di un nuovo farmaco, o qualora lo stress aumenti. La disfunzione erettile è l’incapacità di ottenere o mantenere un’erezione soddisfacente per il rapporto sessuale. Chi soffre di questo disturbo, pur avendo una regolare erezione e raggiungendo l’orgasmo, vive il rapporto sessuale in modo meccanico, senza fantasie e senza provare piacere.

aiuto con l'erezione

Può essere iatrogena, cioè dovuta all’assunzione di farmaci, o prodotta da un tumore ipotalamico od ipofisario. Eventuali disturbi tiroidei vanno opportunamente diagnosticati e corretti; nel diabetico un miglioramento dell’assetto metabolico può determinare il ripristino di una normale attività sessuale. Oggi sappiamo che le due maggiori cause che determinano una patologia ostruttiva arteriosa sono l’arteriosclerosi e i traumi. Altre cause possono essere l’esposizione a radiazioni o danni dopo interventi chirurgici. Ricordare sempre comunque che il più importante fattore di rischio associato ad un deficit erettivo è il fumo di sigaretta.

< h3 id="toc-1">Trattamento Della Disfunzione Erettile

Il sildenafil è un inibitore della fosfodiesterasi 5, una sostanza contenuta nei tessuti erettili responsabile della perdita dell’erezione. Provoca vasodilatazione e quindi un maggior afflusso di sangue in vari distretti del corpo tra cui il pene. Protrae anche il rilassamento della muscolatura liscia dei corpi cavernosi e ciò aiuta quindi a mantenere l’erezione. La compressa va assunta almeno minuti prima del rapporto sessuale e la sua efficacia perdura per altre 3-4 ore. E’ efficace anche in caso di impotenza causata da diabete, ipertensione, traumi, danni causati dal tumore alla prostata. Gli effetti collaterali scompaiono completamente dopo che il farmaco viene eliminato dall’organismo.

L’ipertensione arteriosa, condizione estremamente frequente nella popolazione generale, determina una disfunzione erettile in circa il 20% degli uomini ipertesi. L’infarto del miocardio determina un deficit erettile in oltre il 45% dei pazienti e una più alta frequenza di disfunzione erettile si riscontra nei soggetti con ictus o altri incidenti cerebrovascolari (circa l’85%). La disfunzione erettile è definita come l’incapacità di raggiungere e/o mantenere un’erezione di grado sufficiente a consentire un rapporto sessuale soddisfacente. In molti casi un’analisi accurata dello stato di salute generale, presente e passato, è sufficiente per il medico per accertare la disfunzione erettile e prescrivere una cura.

aiuto con l'erezione

Erettrometria notturna, utile a verificare la presenza di erezioni involontarie durante il sonno. Quando si invecchia, l’erezione potrebbe richiedere più tempo e potrebbe non essere stabile. Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito. In presenza di una induratio penis plastica bisogna valutare le caratteristiche e l’estensione della fibrosi con una ecografia dinamica dei corpi cavernosi. A tali esperienze c’è da aggiungere l’influsso dell’ambiente culturale circostante. Il giovane, già pieno di paure, al suo primo tentativo può essere così ansioso e teso da non essere in grado di raggiungere una erezione.

Tra le controindicazioni si ricorda che non va assunto da persone che hanno avuto da poco un infarto o sta usando dei farmaci a base di nitrati (che curano ad esempio l’angina pectoris). Le prostaglandine vengono a volte usate da uomini che non possono assumere le molecole orali sopra citate a causa ad esempio di problemi molto seri di intolleranza o problemi molto seri di circolazione sanguigna. Si iniettano direttamente sui corpi cavernosi del pene provocando vasodilatazione e quindi maggior afflusso di sangue. L’erezione avviene spontaneamente dopo circa 15 minuti senza la necessità della stimolazione sessuale e si mantiene per qualche ora. Tra gli altri difetti di questo genere di terapia è che il farmaco deve essere applicato con una iniezione (dolore!) e che è un tipo di terapia poco accettata da chi non ha un rapporto di coppia stabile.

< h3 id="toc-2">Salute E Benessere

Questo disturbo, piuttosto comune tra le donne (20-30% dei casi), consiste nell’assenza di fantasie, di pensieri e di desideri sessuali. Chi ne soffre non ha interesse verso il sesso, non ricerca stimoli, non prende iniziativa ma può accettare di avere rapporti senza provare piacere e, allo stesso tempo, senza vivere l’esperienza come negativa. La fase dirisoluzione, che segue l’orgasmo, è caratterizzata da una sensazione di rilassamento muscolare e di benessere generale; l’eccitazione svanisce lentamente nelle donne mentre ha un crollo rapido nell’uomo. Durante la fase di risoluzione gli uomini sono fisiologicamente impossibilitati (“refrattari”) ad avere ulteriori erezioni ed orgasmi per un periodo che varia da persona a persona e, nella stessa persona, in base all’età. Al contrario, le donne sono in grado di rispondere a nuove stimolazioni quasi immediatamente. I principi attivi della pianta sono in grado di stimolare a livello prostatico i recettori estrogenici che sostengono la funzionalità della prostata e delle vie urinarie.

Per disturbo dell’orgasmo si intende la difficoltà a raggiungere l’orgasmo dopo una sufficiente stimolazione sessuale con conseguente eccitazione. Questa difficoltà può essere totale, il che significa che la persona non è mai riuscita a raggiungere l’orgasmo, o parziale, relativa cioè a determinate situazioni o partner, ed è causa di malessere o disagio. Altre volte le cause sono di natura fisica o situazionale ed è su queste che è necessario intervenire. Da un punto di vista medico, è oggi allo studio la possibilità di trattare il disturbo da desiderio ipoattivo con laterapia della luce.

Integrare lo zinco è poi importante perché ad ogni orgasmo l’uomo ne perde in importante quantità. L’assunzione prolungata di zinco in forti dosi può diminuire il livello di colesterolo buono, quindi è importante confrontarsi con un medico. Però questo farmaco è efficace già dopo circa 20 minuti dall’assunzione e ci deve comunque sempre essere eccitazione sessuale.

  • Vi può essere concomitanza con altre disfunzioni della sfera sessuale, come l’eiaculazione che, se l’erezione non è completa, può diventare precoce e il calo del desiderio sessuale.
  • Poiché i nervi diretti verso il pene corrono lungo la ghiandola prostatica, l’intervento chirurgico alla prostata spesso causa la DE.
  • Studi scientifici hanno mostrato che gli uomini che fumano hanno più probabilità di sviluppare una disfunzione erettile rispetto ai non fumatori.
  • La difficoltà o incapacità di ascoltare le sensazioni fisiche di piacere rende poi difficile ottenere e mantenere l’erezione, il che aumenta ulteriormente l’ansia nei tentativi successivi.
  • Molti dei miei lettori, soprattutto i più giovani e spaventati, mi scrivono per chiedere un aiuto immediato, rassicurazioni e conforto, un ascolto professionale e, soprattutto, istruzioni per l’uso per una guarigione magica e onnipotente.

A seconda delle cause, si può ricorrere alla terapia farmacologica, psico-sessuologica o chirurgica. Questi uomini, spesso, evitano i rapporti sessuali perché temono di non esserne capaci. Se l’origine è organica, l’uomo presenta anche una diminuzione delle erezioni spontanee mattutine che servono a riossigenare il pene. Alla base ci può essere una causa di tipo psicologico oppure organico, anche se, abbastanza frequentemente, le due componenti sono entrambe presenti. Può presentarsi in qualsiasi momento della vita anche se la sua incidenza aumenta con l’avanzare dell’età, tanto che il 50% degli uomini fra i 50 e i 60 anni presenta questo tipo di problema. Dottore di ricerca in Scienze Cliniche, da anni si interessa ai disturbi della sfera dell ansia sociale sia sul piano clinico che di ricerca.

Disturbi Dellerezione

Inoltre nella zona dell’iniezione ci possono essere problemi medici quali fibrosi e priapismo. Ad esempio, la DE potrebbe verificarsi subito dopo l’intervento chirurgico alla prostata o l’iniziale assunzione di un nuovo farmaco. Un indizio importante è rappresentato dalla presenza di erezioni durante la notte o al momento del risveglio. Se le erezioni si verificano in questi periodi, la causa fisica è meno probabile perché le cause fisiche solitamente impediscono l’erezione a tutte le ore.

Come inizia la disfunzione erettile?

Dopo i 50-60 anni la disfunzione erettile è frequente, anche se non ci sono malattie e i sessuologi dicono che è per l’età. Invece è causata da una non corretta educazione sessuale, infatti si può prevenire allenando i muscoli ischiocavernosi (i muscoli dell’erezione rigida) con gli esercizi perineali di Kegel.

Sappiamo che gli stati depressivi riducono il testosterone nel sangue così come la presenza di testicoli ridotti di volume . Quando si ha il sospetto di una patologia neurologica, l’integrità del sistema può essere accertata misurando i potenziali evocati corticali e sacrali. La cute del pene viene stimolata elettricamente e vengono eseguite delle registrazioni tramite un elettrodo che valuta il muscolo bulbocavernoso; si misura il tempo che intercorre tra la stimolazione e la prima risposta a livello muscolare.