Uncategorized

Impotenza Sessuale Maschile

I risultati dello studio hanno indicato un’efficacia di gran lunga maggiore rispetto al solo trattamento farmacologico. Per tale motivo è più facile comprendere l’impotenza psicogena come dovuta ad un’ansia da prestazione, potenzialmente mantenuta da un circolo vizioso . Rimasto sconvolto dal suo passato insuccesso, egli potrà verosimilmente preoccuparsi che la cosa riaccada e, sperimentando ansia, di fatto automaticamente renderà più probabili i futuri “fallimenti”.

Che vuol dire uomo impotente?

L’impotenza è il nome comune che si attribuisce alla condizione che colpisce la capacità di un uomo di raggiungere o mantenere l’erezione o di eiaculare. Si tratta naturalmente di una forma di disfunzione erettile e le cause possono essere molteplici, di derivazione emotiva e/o fisica.

Un trauma emotivo conseguente a problemi di relazione, inesperienza sessuale, storia di uno o più abusi sessuali, storia di disturbi o disfunzioni sessuali, inizio di una nuova relazione ecc. L’impotenza è dovuta a cause ormonali, quando dipende da una di quelle condizioni mediche che alterano la produzione degli ormoni coinvolti nel fenomeno dell’erezione peniena. L’impotenza è dovuta a cause vascolari, quando consegue a una di quelle condizioni mediche che pregiudicano l’apporto di sangue ai vari organi del corpo umano, pene compreso.

Sulla Disfunzione Erettile basta Scuse

L’impotenza sessuale, definita più correttamente in medicina come “disfunzione erettile”, è una condizione clinica che colpisce una vasta percentuale di uomini, soprattutto dopo i 50 anni. La terapia a base di ormoni prevede l’assunzione di testosterone così da riequilibrare un’eventuale carenza. Ecocolordoppler penieno basale e dinamico con farmaco infusione, di prostglandine, che valuta la funzione vascolare del pene.

impotenza

Dottore di ricerca in Scienze Cliniche, da anni si interessa ai disturbi della sfera dell ansia sociale sia sul piano clinico che di ricerca. Secondo alcuni studi scientifici, gli uomini che praticano ciclismo per più di 3 ore a settimana tendono a soffrire di impotenza più facilmente degli uomini che non fanno un uso particolare della bici. L’impotenza è dovuta a cause anatomiche, quando è la conseguenza di un’alterazione anatomica del pene. L’erezione del pene è, di fatto, l’evento che precede l’eiaculazione, ossia l’atto tramite cui l’uomo emette dal pene il liquido seminale necessario alla riproduzione. Il Poliambulatorio medico chirurgico Filippini, da oltre 25 anni, ha come principale interesse il benessere del paziente.

< h3 id="toc-1">Sotto Le Lenzuola: Uomini Troppo golosi E Troppo ruminatori? Cause O Correlazioni Nella Disfunzione Erettile

È un’autorità nella chirurgia estetica genitale maschile grazie al suo lavoro pionieristico nella falloplastica, una tecnica che ha praticato fin dagli anni’ 90 e che ha continuamente modificato, migliorato e perfezionato durante la sua esperienza personale di migliaia di casi provenienti da tutto il mondo. Per la diagnosi differenziale il primo problema da affrontare è quello di escludere una eziologia organica o derivante dall’uso di sostanze medicamentose o d’abuso. Per alcuni soggetti il disturbo è permanente in quanto non sono mai stati in grado di ottenere un’erezione sufficiente per il coito, per altri il disturbo compare dopo un’attività sessuale pressoché normale . Il disturbo può essere generalizzato se il soggetto non è in grado di avere rapporti con nessuna donna, o situazionale se l’impotenza appare in determinate circostanze o solo con alcune donne.

  • Tra le patologie neurologiche a carico del sistema nervoso centrale che possono essere correlate alla disfunzione erettile occupano un ruolo di primo piano lasclerosi multipla, lamalattia di Alzheimer e il morbo di Parkinson.
  • E’ unanime ormai il consenso, anche se sfortunatamente non corrisponde talvolta alla pratica, sul fatto che il medico di base, l’andrologo e lo psicoterapeuta sessuale debbano agire di concerto e abbiano spesso bisogno l’uno dell’altro.
  • Disfunzione erettile di verosimile origine organica, la cui causa è legata ad alterazioni o a lesioni vascolari, neurologiche, ormonali o cavernose.
  • Si stima che circa 30 milioni di uomini negli Stati Uniti soffrano di impotenza e che il 95% di questi casi possa essere trattato.
  • Nonostante sia innanzitutto opportuno escludere una causa medica, i fattori psicologici sono da tenere ben presenti in quanto possono influire sia sull’erezione che sul desiderio.

Recenti studi hanno rilevato che l’attività fisica, in particolare quella aerobica da moderata a vigorosa, può migliorare la disfunzione erettile. I medicinali per la disfunzione erettile non funzionano in tutti gli uomini e potrebbero essere meno efficaci in determinate situazioni quali, ad esempio, un intervento chirurgico alla prostata, la presenza di diabete, bassi livelli di testosterone circolante. Tutti e quattro i farmaci potenziano gli effetti dell’ossido nitrico, una sostanza chimica naturale prodotta dall’organismo che rilascia i vasi del pene . In questo modo aumenta il flusso sanguigno che provoca l’erezione in risposta alla stimolazione sessuale. Bisogna sottolineare che non esiste una sola terapia risolutiva dell’impotenza, spesso la terapia efficace deve essere sempre ponderata e prevedere, anche un approccio di natura psicosessuale, indipendentemente dalla causa, sia essa, psicogena, organica e mista organica e psicogena insieme. E’ importante quindi, prima di tutto, condurre un attento esame medico, allo scopo di appurare la presenza di cause organiche, per poi passare agli aspetti psicologici, che nella stragrande maggioranza dei casi incidono significativamente.

< h3 id="toc-2">Valutazione E Cura Della Disfunzione Erettile

Aggiungiamo inoltre che in giovane età l’eccitazione psicogena è assolutamente predominante, mentre col passare degli anni diventa necessario aggiungere una quota sempre maggiore di stimolazione diretta. Essere a conoscenza di ciò può alleggerire le tensioni che a volte sperimentano le coppie più avanti con gli anni che desiderano mantenere una vita sessuale. Infatti, se la coppia non trova il modo per integrare questi cambiamenti in un modo diverso di fare l’amore, possono insorgere numerose difficoltà della gestione dell’eccitazione (Fenelli, Lorenzini, 1999; Simonelli, 1997). I farmaci principali per il trattamento dell’impotenza sono gli inibitori della fosfodiesterasi 5 , disponibili in diverse formulazioni e diversi dosaggi. Sulla base delle evidenze clinico-strumentali verranno prescritti dosaggi e assunzioni personalizzati per ciascun paziente .

Anche test per valutare il livello di testosterone nel sangue viene spesso effettuata su uomini con disfunzione erettile, specialmente con una storia di diminuzione della libido o di diabete. In caso di disfunzione erettile di natura psicogena, l’intervento psicosessuale è indispensabile per individuare e rimuovere i fattori che l’hanno generata. La terapia psicosessuale è utile anche in caso di disfunzione organica o mista per alleviare il senso di ansietà che deriva dal disagio di un deficit erettile. Infine è necessario sottolineare l’effetto negativo che molti farmaci possono avere sull’erezione.

In alcuni casi selezionati, comunque, è richiesta un escissione più completa del fascio vascolo-nervoso, ad esempio quando il paziente è anziano, quando presenta già disfunzione erettile preoperatoria o quando il tumore è esteso oltre la capsula prostatica. Indipendentemente dal tipo di intervento effettuato, già da alcuni anni si è focalizzata l’attenzione sulla riabilitazione precoce della funzione erettile dopo chirurgia pelvica. A meno di condizioni cliniche particolari, tale terapia dovrebbe iniziare a distanza di due settimane dall’intervento, in modo da aumentare considerevolmente le possibilità di recupero della potenza sessuale. La disfunzione erettile o impotenza è l’incapacità costante di raggiungere e mantenere una erezione sufficiente per portare a termine un rapporto sessuale. L’erezione peniena è infatti quel fenomeno indotto dall’eccitazione sessuale che provoca l’aumento delle dimensioni, l’inturgidimento e il sollevamento del pene tramite l’afflusso di sangue nei corpi cavernosi. Per anni quella psicogena è sembrata essere la più comune causa di disfunzione erettile; oggi i dati epidemiologici indicano che spesso è determinata o accompagnata anche da alterazioni di natura organica.

Le difficoltà di erezione dell’impotenza sono spesso associate ad ansia sessuale, timore di fallimento, preoccupazioni sulla prestazione sessuale e ad una ridotta sensazione soggettiva di eccitazione sessuale e di piacere. Anche l’ansia da prestazione è una forma di disfunzione erettile psicogena, solitamente causata dallo stress. Anche se l’impotenza non è una conseguenza necessaria dell’invecchiamento, la sua incidenza aumenta con l’età perché questo disturbo è spesso un effetto collaterale di altri problemi che si presentano, di solito, con l’età, come le malattie vascolari o il diabete. Se la disfunzione erettile è determinata da stress, ansia o depressione, o se è causa di stress e tensioni relazionali, il medico potrebbe suggerire alla persona che ne soffre e al partner di farsi visitare da uno specialista.

Tra le malattie croniche che possono indurre disfunzione erettile, diabete e insufficienza renale cronica sono quelle che fanno registrare una più elevata incidenza. In una percentuale variabile dal 35% al 75% dei maschi affetti dadiabete si osserva la comparsa di un disturbo dell’erezione. Nei pazienti diabetici sottoposti a trattamento medico , la disfunzione erettile è più frequente rispetto ai pazienti trattati esclusivamente con restrizione dietetica. Anche le patologie epatiche croniche si associano frequentemente all’insorgenza di una disfunzione erettile, in particolare se si tratta diepatopatie di origine alcolica.

Perfino la cimetidina, usata diffusamente e con successo contro l’ulcera, può far calare il desiderio, l’eccitazione e l’orgasmo . Le complicazioni vascolari e neurologiche del diabete possono prevenire l’erezione esattamente come i farmaci per abbassare gli zuccheri e gli ormoni femminili e i nuovi agenti antitestosteronici usati nelle terapie del cancro alla prostata. Se è presente una patologia di base, è necessario curarla prima di pensare propriamente al problema sessuale.

impotenza

A questo proposito, una recentissima scoperta si deve a un gruppo di ricercatori dell’Università Federico II di Napoli. L’idrogeno solforato , un gas presente soprattutto nelle acque termali sia in forma libera sia sotto forma di solfuro, potrebbe costituire la base per una cura farmacologica alternativa agli inibitori della 5-fosfodiesterasi. Le conclusioni dei ricercatori sono frutto di una sperimentazione condotta sui topi, dove si è osservato che l’idrogeno solforato stimolava l’erezione e il rilassamento della muscolatura liscia dei vasi, e su tessuti umani prelevati da otto pazienti che si erano sottoposti a un intervento chirurgico per cambio di sesso. Gli autori della ricerca ribadiscono che l’idrogeno solforato potrebbe rappresentare una valida alternativa per i pazienti che non rispondono ad altri trattamenti farmacologici. Gli uomini affetti da deficit erettile hanno problemi di erezione (difficoltà ad avere e/o a mantenere un’erezione) e possono riscontrare una diminuzione delle erezioni spontanee durante il sonno e al risveglio, oltre che un calo del desiderio sessuale.

È fondamentale, inoltre, informare tutti i pazienti a rischio di sindrome metabolica dell’importanza di un cambiamento delle abitudini di vita, a partire da un esercizio fisico regolare. Per questa ragione la disfunzione erettile non deve essere trascurata, ma va presa in carico e curata adeguatamente. Gli effetti indesiderati sono simili a quelli del Viagra e del Cialis, i più comuni sono la cefalea, vampate di calore al volto, congestione nasale e nausea.